Trinity desktop environment

From Studiosg
Jump to: navigation, search

Benvenuti nella pagina Wiki di Simone Giustetti.


Lingue: English - Italiano


Trinity Desktop Environment

Trinity è un ambiente desktop completo nato come fork di KDE 3.5.10. Lo scopo del progetto consiste nel mantenere in vita il ramo 3.x di KDE risolvendo nel contempo bachi, aggiungendo nuove funzionalità ed ampliando il supporto ad hardware moderno. Il primo rilascio ufficiale risale al 29 Aprile del 2010 con la versione 3.5.11. Nei tre anni e mezzo intercorsi ne sono seguiti altri con una cadenza annuale fino all'ultimo disponibile: 3.5.13.2 datato Luglio 2013. Fin da subito il progetto Trinity ha fornito supporto e pacchetti per alcune distribuzioni Linux: Debian ed Ubuntu a cui si sono aggiunte Fedora e Red-Hat nelle versioni più recenti. Altre distribuzioni e sistemi operativi sono supportati tramite il rilascio del codice sorgente e le istruzioni per la compilazione reperibili sul sito del progetto. Nel seguito dell'articolo si cercherà di fornire una panoramica circa il supporto di Trinity Desktop Environment per versioni recenti di Slackware.

TDE su Slackware

Avendo maturato un'opinione molto critica circa KDE 4 nel corso degli anni, ho seguito con interesse il progetto Trinity fin dalla nascita. Non ho mai installato però l'ambiente su di una macchina di produzione perchè il supporto per Slackware è sempre sembrato in ritardo rispetto ad altre distribuzioni:

  • I pacchetti binari scaricabili dal portale del progetto non sono mai compilati per la versione "current" di Slackware, ma sempre per una versione precedente e purtroppo anche obsoleta.
  • Gli script di compilazione forniti sono complicati e difficili da modificare. Scaricati i pacchetti dei sorgenti di un rilascio ufficiale sembra impossibile ottenere una compilazione totale priva di errori. Gli script si ostinano a scaricare il codice sorgente dal repository Git anzichè utilizzare gli archivi locali, indipendentemente dai valori impostati nelle variabili di ambiente. Il numero complessivo degli script è inoltre molto elevato giacchè questi includono applicazioni e librerie opzionali che non ho mai usato nè utilizzerei comunque.

Essendo disilluso dagli sviluppatori di KDE, che sembrano più interessati ad inseguire il mondo di smartphone e tablet che a sviluppare per il desktop, e rimpiangendo alcune funzionalità di KDE 3 che la versione 4 ancora non fornisce, mi sono deciso a compilare Trinity.

Pacchetti non ufficiali

Non sono certamente il primo a cimentarsi con l'installazione di TDE sull'ultima release di Slackware disponibile, la 14.0 al momento in cui scrivo. Facendo una ricerca veloce in rete è possibile reperire collegamenti a svariati repository non ufficiali di pacchetti:

  • Il sito della Indiana Non-Profit Information Technology Organization offre i pacchetti di Trinity versione 3.5.13 compilati per Slackware 13.37 versione a 64 bit multi libreria. Sono stati scartati in quanto non si tratta dell'ultima versione di Slackware nè di TDE. I pacchetti sono alternativi a KDE4 e non è possibile far coesistere i due ambienti desktop sulla medesima macchina. Essendo definito /usr come percorso base per l'installazione i file di un ambiente andrebbero inevitabilmente a sovrascrivere quelli dell'altro.
  • Lazy Tux offre sia una versione a 32 bit che una a 64 bit dei pacchetti di Trinity 14.0.0, la versione di sviluppo e test. I pacchetti sono preparati per Slackware 14.0, ma si tratta comunque di una versione di sviluppo non di un rilascio definitivo. Anche in questo caso è stata configurata /usr come directory di base rendendo impossibile la convivenza di TDE 3 e KDE 4. I pacchetti sono compilati per driver Nvidia. Sono infine richieste moltissime dipendenze.

Scartata l'idea di utilizzare pacchetti non ufficiali è cresciuta la determinazione a compilarne in proprio seguendo linee guida che li rendessero appetibili ed utilizzabili anche da altri utenti.


Compilazione di TDE

Per compilare TDE si è cercato di attenersi alle guide reperibili sul portale del progetto. Le istruzioni ivi reperibili non sembrano però aggiornate; si sono quindi apportate modifiche ove necessario.

Linee Guida

Le linee guida seguite durante la compilazione dei pacchetti sono:

  1. Ignorare i build script forniti dal progetto Trinity per Slackware utilizzando invece gli slackbuild ufficiali per KDE 3 come base a cui apportare modifiche ed integrazioni secondo necessità.
  2. Compilare l'ambiente di base trascurando tutte le librerie e le applicazioni opzionali superflue.
  3. Lavorare inizialmente ad una versione a 32 bit funzionante per architettura Intel / AMD e poi proseguire con una a 64 bit ed infine una multilib.
  4. Includere da subito nei build script opzioni di compilazione per 64 bit ed architetture diverse da Intel / AMD in modo da velocizzare il successivo lavoro di porting.
  5. Configurare /opt/trinity come directory base dei pacchetti in modo da consentire la coesistenza di TDE 3 e KDE 4 sulla medesima macchina.


I pacchetti sono suddivisi in tre macro gruppi: prerequisiti, pacchetti base ed applicazioni. Di seguito è riportato l'elenco dei pacchetti secondo l'ordine di compilazione. Commenti, slackbuild ed istruzioni addizionali sono reperibili nelle pagine dedicate.

Prerequisiti

Si tratta delle librerie base utilizzate dall'ambiente desktop e dalle applicazioni. Tutti i pacchetti raggruppati nella categoria non utilizzano più automake per la compilazione: sono stati migrati a cmake. Gli slackbuild per KDE 3 erano stati scritti pensando ad automake e sono pertanto stati aggiornati.

L'ordine di compilazione seguito è

Pacchetti Base

Una volta compilati ed installati i prerequisiti è possibile procedere con i pacchetti di TDE veri e propri. Questi comprendono i servizi base e tutte le applicazioni principali dell'ambiente desktop. Il progetto TDE fa una seconda distinzione tra i pacchetti inclusi nell'insieme dei "Pacchetti Base":

  1. Richiesti: Tutti i pacchetti di cui TDE non può fare ameno.
  2. Consigliati: Pacchetti che aggiungono funzionalità ad alcuni servizi / applicazioni, ma non sono necessari per il funzionamento dell'ambiente.

Nel seguito si terrà conto dei soli pacchetti Richiesti, trascurando i Consigliati per un secondo tempo.

Con tdeaddons si conclude l'elenco dei pacchetti base. Installando quanto compilato fino ad ora si otterrà un ambiente desktop completo, ricco di funzionalità, programmi e servizi. Prima di procedere con le applicazioni ed i pacchetti opzionali vale la pena produrre uno script principale avente lo scopo di automatizzare la compilazione dell'intero ambiente velocizzando le operazioni di pacchettizzazione. Lo script eseguirebbe tale compito richiamando nell'ordine suggerito dalla documentazione di TDE quelli specifici per singolo pacchetto scaricabili dalle pagine dei precedenti articoli. Seguendo la filosofia adottata in Slackware per KDE 3 lo script è stato battezzato TDE.SlackBuild. Prima di lanciare lo script sarà necessario costruire l'alberatura delle directory contenenti i sorgenti di TDE seguendo lo schema:

  -rwxr--r-- TDE.SlackBuild
  drwxr-xr-x arts
  drwxr-xr-x dbus-1-tqt
  drwxr-xr-x dbus-tqt
  drwxr-xr-x libcaldav
  drwxr-xr-x libcarddav
  drwxr-xr-x qt3
  drwxr-xr-x sip4-tqt
  drwxr-xr-x tdeaccessibility
  drwxr-xr-x tdeaddons
  drwxr-xr-x tdeadmin
  drwxr-xr-x tdeartwork
  drwxr-xr-x tdebase
  drwxr-xr-x tdebindings
  drwxr-xr-x tdeedu
  drwxr-xr-x tdegames
  drwxr-xr-x tdegraphics
  drwxr-xr-x tdelibs
  drwxr-xr-x tdemultimedia
  drwxr-xr-x tdenetwork
  drwxr-xr-x tdepim
  drwxr-xr-x tdesdk
  drwxr-xr-x tdetoys
  drwxr-xr-x tdeutils
  drwxr-xr-x tdevelop

In ognuna delle directory elencate dovrà essere scaricato l'archivio contenente il corrispondente codice sorgente e gli script di compilazione distribuiti nel corso dei precedenti articoli. Per compilare ed installare l'intero ambiente grafico sarà sufficiente lanciare il comando ./TDE.SlackBuild. Una copia dello script può essere scaricata dal seguente link.

Applicazioni

TDE è un ambiente desktop completo e fornisce un software development kit per chi desiderasse scrivere programmi facilmente interfacciabili con esso. Nel corso degli anni numerosi programmatori si sono cimentati nell'impresa andando ad ampliare notevolmente la disponibilità di applicazioni integrate. Esistono circa cento pacchetti addizionali. Nel proseguo dell'articolo mi occuperò di scrivere gli script di compilazione per quelli che uso abitualmente:


Pacchetti / Script Aggiornati

Un progetto attivo come TDE è caratterizzato da rilasci periodici attraverso cui le nuove funzionalità sono introdotte al pubblico. La procedura di compilazione subisce modifiche per ogni nuovo rilascio. La versione piu' aggiornata degli script di compilazione è reperibile nella seguente pagina.


Per commenti, consigli, domande inviate una e-mail all'indirizzo studiosg [chiocciola] giustetti [punto] net.


Link esterni





Lingue: English - Italiano