TDE dbus-1-tqt

From Studiosg
Jump to: navigation, search

Benvenuti nella pagina Wiki di Simone Giustetti.


Lingue: English - Italiano


DBUS-1-TQT

TDE - Prerequisiti

D-Bus è un software per lo scambio di messaggi e la comunicazione tra processi. D-Bus opera attraverso un'interfaccia comune e consente di gestire sia programmi e processi utente che processi di sistema, di controllo dello hardware e i servizi forniti dai driver. Il tutto mediante un protocollo binario di passaggio dati molto veloce e caratterizzato da una bassa latenza, che lo rendono particolarmente performante e poco oneroso in termini di uso del processore. Inizialmente sviluppato per Linux, D-Bus è mantenuto dal progetto freedesktop e le sue specifiche sono aperte a tutti. D-Bus è stato adottato da molti moderni desktop manager come GNOME e KDE ove ha sostituito la precedente interfaccia DCOP di comunicazione tra processi.

D-Bus fornisce sia un demone di sistema, utile per rilevare nuovo hardware o alterazioni allo stato di quello già riconosciuto dal sistema operativo, che un demone dedicato ad ogni utente, utilizzato da applicazioni e programmi. TDE usa D-Bus per due funzioni:

  • Far comunicare diverse applicazioni del desktop tra loro.
  • Far comunicare l'ambiente desktop con il sistema operativo.

Il pacchetto dbus-1-tqt contiene i collegamenti di D-Bus alle librerie Qt4 ed è pertanto un prerequisito al funzionamento dell'ambiente desktop e dei servizi da esso forniti.

D-Bus-1-Tqt su Slackware

Il software dbus-1-tqt non sembra avere una corrispondenza tra i pacchetti di KDE 3 per Slackware 13.0: si tratta di codice specifico per TDE per cui non esiste uno script slackbuild da utilizzare come traccia. La stesura dello script di compilazione è basata sulla documentazione di TDE e sul build kit per Slackware ormai non più supportato. La procedura di configurazione e compilazione del pacchetto dbus-1-tqt è gestita da cmake rendendo l'insieme dei programmi autotools superfluo. Come per gli altri pacchetti di TDE è stata configurata /opt/trinity come directory principale in modo da garantire la coesistenza con KDE 4. Non sono stati impostati parametri particolari per cmake in quanto nulla in merito è emerso da lettura della documentazione. Seguono alcuni commenti al codice contenuto nello script di compilazione.

Come sempre lo script deve pulire la cache di cmake:

   # Clean cmake cache
   find . -name CMakeCache.txt -exec rm {} \;

In seguito deve creare una directory ove verranno compilati i sorgenti e salvati i binari prodotti. Come per i pacchetti precedentemente compilati la directory è stata battezzata build per consentire a cmake di riconoscerla:

   # Create a directory where to build source (cmake wants the name to be build).
   cd ${TMP}/tmp-${PRGNAM}
   mkdir build
   cd build

Imposta quindi esplicitamente i percorsi delle librerie Qt affinchè le stesse siano trovate dagli script durante la compilazione:

   # Add temporary paths to handle new libraries during build
   export QTDIR=/opt/trinity
   export PATH=/opt/trinity/bin:/usr/bin:$PATH
   export LIBDIR=/usr/lib${LIBDIRSUFFIX}
   export LD_LIBRARY_PATH=/usr/lib${LIBDIRSUFFIX}:/opt/trinity/lib${LIBDIRSUFFIX}
   export PKG_CONFIG_PATH=:/usr/lib${LIBDIRSUFFIX}/pkgconfig:/opt/trinity/lib${LIBDIRSUFFIX}/pkgconfig:$PKG_CONFIG_PATH

Lo script lancia infine il comando cmake con le opzioni standard:

   cmake ${TMP}/tmp-${PRGNAM}/${PRGNAM}-${VERSION} \
      -DCMAKE_C_FLAGS:STRING="${SLKCFLAGS}" \
      -DCMAKE_CXX_FLAGS:STRING="${SLKCFLAGS}" \
      -DCMAKE_INSTALL_PREFIX=${PREFIX} \
      -DSYSCONF_INSTALL_DIR="/etc/trinity" \
      -DLIB_SUFFIX=${LIBDIRSUFFIX} \
      -DQT_VERSION=3 \
      -DQT_INCLUDE_DIR=/opt/trinity/include \
       2>&1 | tee ${OUTPUT}/${PRGNAM}_configure.log

A configurazione ultimata, lo script esegue il comando make e procede con le operazioni di pacchettizzazione.

Una versione completa dello script può essere scaricata dal seguente link. Il pacchetto ottenuto potrà essere installato facendo ricorso al comando installpkg come è consuetudine in Slackware Linux.


Per commenti, consigli, domande inviate una e-mail all'indirizzo studiosg [chiocciola] giustetti [punto] net.


Link esterni





Lingue: English - Italiano